EDILIZIA AG - ZERO FORMALDEIDE

edilizia-ag_zero-formaldeide_450x350.jpg

La formaldeide è la più semplice e più comune aldeide reperibile nell’aria interna, è incolore ed ha un forte odore pungente.

Le principali sorgenti indoor sono costituite da materiali di costruzione, arredi, fumo di tabacco.

Le emissioni di formaldeide sono un problema che riguarda, da vari anni, tutto il mercato, poiché l’industria europea e mondiale utilizza da lungo tempo tale sostanza.

La formaldeide è un inquinante ubiquitario in quanto è rilevabile ovunque: nelle città e lungo le strade per il traffico, nelle abitazioni e negli uffici a causa non solo del fumo di sigaretta ma anche del lento rilascio dai mobili (è presente nel truciolato, nel compensato e nelle colle) e dagli arredi (emissioni possono provenire da moquette, da tendaggi e da rivestimenti). Può derivare anche dall’utilizzo di disinfettanti, insetticidi, fungicidi e deodoranti, materiali da pulizia sia per uso domestico che per usi industriali o per la disinfezione di strumentazione medica.

La formaldeide, che a concentrazioni nell'aria superiori a 0,1 ppm può irritare gli occhi e, per inalazione, le mucose, e le cui emissioni sono influenzate anche da fattori quali temperatura e umidità, è considerata quindi una sostanza pericolosa per la salute dell'uomo, per i suoi possibili effetti a breve ed a lungo termine a carico dell'apparato respiratorio, che possono diventare, in soggetti sensibili o particolarmente esposti, anche cronici.

Solo recentemente è stata però scoperta la tossicità di questo composto organico e, nonostante la sua dichiarata nocività, la riforma della normativa in materia tarda ad arrivare, tranne per alcune sporadiche norme per pochi prodotti, continuando ad ammetterne l’uso indiscriminato nella produzione di svariati beni e per la conservazione di molti alimenti.

In Italia l’unica norma di legge in materia è il Decreto 10 ottobre 2008 - Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in ambienti di vita e soggiorno (Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10/12/2008.

Oggi è tuttavia chiaro come l’assenza di formaldeide migliori la qualità dell’aria, e tale assenza è conforme ai limiti dettati da LGA di Norimberga.

In attesa quindi di una normativa adeguata che protegga la salute delle persone da esposizioni pericolose, è chiaro come l’attenzione verso prodotti assolutamente non nocivi sia massima.

Oggi una maggiore coscienza etica unita ad una migliore conoscenza dei prodotti permette di limitare molti possibili danni alla salute, ed anche il settore dell’edilizia si è dovuto aggiornare ed adeguare.

L’entità delle emissioni è maggiore per i materiali nuovi ed i livelli di formaldeide, all’interno degli ambienti confinati, sono influenzati da condizioni climatiche come la temperatura e l’umidità relativa.

Come risposta al problema, Eurofibre propone i prodotti della gamma AG, contraddistinti dal marchio Zero Formaldeide.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti anche con finalità’ commerciali. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai l’utilizzo dei cookie.
Le impostazioni dei cookie possono essere modificate in qualsiasi momento utilizzando il link Privacy presente nel sito, dal quale è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Accetto